Programma Eventi – Aprile / Maggio 2017


HYPER+
JENNIFER CABRERA
MUSICHE DI LIBERAZIONE

Martedì 25 Aprile, ore 11.30
Piazza dei Caduti – Mogliano Veneto (TV) – Ingresso gratuito

– Nicola Fazzini (sax)
– Alessandro Fedrigo (basso acustico, basso elettrico ed effetti)
– Luca Colussi (batteria)

Nell’ambito delle cerimonie dedicata alla Liberazione a Mogliano Veneto (il tradizionale alzabandiera e le commemorazioni dell’ANPI), si inserisce la parentesi creativa proposta da Jazz Area Metropolitana. Hyper + è un vero laboratorio musicale alla continua ricerca timbrica di nuove commistioni tra suoni acustici ed elettrici e nuovi elementi ritmici e melodici applicati tanto alla tradizione del jazz quanto a composizioni degli stessi artisti. Distanze e insiemi intervallari, poliritmie e multiritmie, ricerca di nuove forme improvvisative sono alcune delle tecniche alla base di questo progetto, cui spesso si aggiunge l’intervento della danza di Jennifer Cabrera, una vera “sciamana” dell’espressione corporea che reinterpreta le più diverse tradizioni popolari ed etniche. Impegnati in un repertorio interamente dedicato alla Liberazione, gli artisti si apprestano a rivisitare il ruolo storico e sociale di una giornata così simbolica e piena di significati anche storico-culturali.

nusica.org





UNESCO INTERNATIONAL JAZZ DAY

Sabato 29 e Domenica 30 Aprile
Palazzo Bo, Palazzo Moroni, Caffè Pedrocchi
Loggia della Gran Guardia – Padova (PD)
Ingresso gratuito

A Padova l’International Jazz Day dell’Unesco si celebra in due intere giornate di intense attività tra incontri, conferenze, prove aperte, concerti e workshop. La direzione scientifica degli eventi è affidata alla professoressa Marina Santi, mentre la direzione artistica ad Alessandro Fedrigo. Jazz Area Metropolitana volentieri dà il proprio contributo alle celebrazioni e segnala gli interventi dei giovani musicisti del Conservatorio Pollini di Padova e dell’Università di Ca’Foscari (i due ensemble suonano domenica 30 aprile nel plateatico del Caffè Pedrocchi) e della Big Band Unipd, che domenica alle 18 nella stessa location si esibisce diretta da Massimo Morganti. Massimo Morganti è musicista completo, diplomato in trombone, strumentazione per banda e composizione. Ha approfondito gli studi a Berkley, ha suonato con i migliori artisti al mondo (Kenny Wheeler, Bob Brookmeyer, Bob Mintzer, Mike Stern, Paul Mc Candless, Enrico Rava,Toninho Horta, Ronnie Cuber e moltissimi altri). Ha all’attivo oltre cinquanta incisioni come leader, sideman e co-leader e ha fondato la Colours Jazz Orchestra che ancora dirige.

Iniziativa finanziata con il contributo dell’Università di Padova sui fondi previsti per le Iniziative culturali degli studenti, come previsto dall’art. 4, comma 5 dello Statuto.




LUCIAN BAN & MAT MANERI
Transylvanian CONCERT

Martedì 2 Maggio ore 21.00
Ateneo Veneto – Venezia (VE) – Ingresso gratuito, si consiglia prenotazione
In collaborazione con RCI – Istituto Romeno di Cultura e Ricerca Umanistica di Venezia ed Ateneo Veneto

– Lucian Ban (pianoforte)
– Mat Maneri (viola)

Fascinosamente sospeso tra le tensioni del jazz contemporaneo e la raffinatezza della musica da camera, ma con le radici ancora ben piantate nella tradizione popolare dell’Europa dell’est, è l’emozionante “Transylvanian Concert”. “Transylvanian Concert” è anche un disco pubblicato dall’etichetta ECM, ma anche musica che andrà a comporre il nuovo album del duo, tra composizioni di Paul Motian, musica popolare transilvana, rivisitazioni di composizioni di George Enesco e molto altro. Acclamato dalla critica di tutto il mondo (è stato scelto come il migliore del 2013 da molte testate specializzate il New York Times lo ha definito “di irrequieta bellezza”), il disco “Transylvanian Concert” è stato registrato in un teatro d’opera nel bel mezzo della Transilvania ed è riuscito a fondere blues e brume balcaniche, accenti classici e tensioni astratte.





DANIELE GORGONE QUARTET
ft. MICHELA LOMBARDI

Sabato 6 Maggio ore 19.00
Calzaturificio Voltan – Stra (VE) – Ingresso gratuito

–  Michela Lombardi (voce)
– Daniele Gorgone (pianoforte)
– Matteo Anelli (contrabbasso)
– Giovanni Paolo Liguori (batteria)

Ancora una volta, dopo l’esperienza di Dolo, il jazz invade il paese e si diverte a coinvolgere strade, bar negozi e soprattutto persone! A suggellare l’inusuale approccio è anche il concerto del Daniele Gorgone Quartet con ospite d’onore la voce di Michela Lombardi, atteso nel Calzaturificio Voltan, storica impresa attiva dal 1898 che mette a disposizione della musica i suoi locali. Imprenditoria e artigianato si coniugano così con l’espressione artistica per una nuova dimensione della fruizione dell’arte. Il trio di Gorgone e Michela Lombardi sono dei musicisti riconosciuti per originalità ed eleganza. Michela è tra le migliori jazz vocalist italiane e con Gorgone collabora da oltre dieci anni. Interpreta i grandi classici del jazz dai più ai meno noti, parte dei quali eseguiti con arrangiamenti originali dello stesso Gorgone. In repertorio, tra gli altri, brani di Gershwin, Jobim, Van Heusen.




LA CITTÀ METROPOLITANA COME POSSIBILITÀ DI SVILUPPO CULTURALE

Sabato 20 Maggio, ore 10.00
Centro Culturale Candiani – Mestre (VE)

A chiusura della prima parte delle attività del Network, Jazz Area Metropolitana propone due momenti di riflessione ed approfondimento. Il primo, alla presenza delle istituzioni locali affiancate da critici, studiosi, esponenti della cultura, mira a fare il punto sulle potenzialità del territorio oggi definito come Jazz Area Metropolitana.



Programma Eventi – Marzo 2017


“L’ORCHESTRA DI JAZZ IERI, OGGI E DOMANI”
+ BIG BAND UNIPD

Lunedì 13 Marzo, ore 11.00
Aula Magna, I.I.S. 8 Marzo – K. Lorenz, Mirano (VE)

La Big Band UniPd nasce nel 2012, grazie ad un progetto del Concentus Musicus Patavinus dell’Università di Padova: energia ed entusiasmo sono da subito la cifra caratteristica della band. Composta da 18 tra studenti, professori e personale non docente dell’Università di Padova, la Big Band presenta un repertorio di trascrizioni e arrangiamenti firmati da Ettore Martin, Alessandro Arcuri, Marcello Tonolo e Alessandro Fedrigo, Nicola Privato. Accanto al repertorio originale la Big Band ha a cuore alcuni storici arrangiamenti del repertorio di Count Basie e Duke Ellington. La direzione dell’ensemble è a cura di Alessandro Fedrigo, bassista e compositore trevigiano.

facebook.com/BigBandUnipd





HYPER+ TRIO

Giovedì 16 marzo, ore 10.00
Istituto Comprensivo di Martellago
Incontro dedicato agli studenti delle Scuole Secondarie di Primo Grado

– Nicola Fazzini (sax)
– Alessandro Fedrigo (basso acustico, basso elettrico ed effetti)
– Luca Colussi (batteria)

Un “Laboratorio musicale”, il trio, alla continua ricerca di nuove soluzioni improvvisative e timbriche: una bella occasione per i giovani – più o meno esperti – per avvicinarsi al jazz in modo libero.

nusica.org





THE GREAT HARRY HILLMAN

Venerdì 17 Marzo, ore 21.00
Teatro di Villa Belvedere – Mirano (VE)
Ingresso gratuito, si consiglia la prenotazione
In collaborazione con Palazzo Trevisan degli Ulivi, con il sostegno di Pro Helvetia e in collaborazione con Mirano Musica

– Nils Fischer (sassofono, clarinetto basso)
– David Koch (chitarra, effetti)
– Samuel Huwyler (basso elettrico, effetti)
– Dominik Mahnig (batteria)

Un collettivo di giovanissimi musicisti svizzeri, attivo dal 2008, con la caratteristica di proporre una musica originale, incontaminata e frutto della più autentica commistione delle quattro vivacissime personalità del gruppo. Atipici, ironici e costruttivi provocatori, i giovani artisti del “The Great Harry Hillman” omaggiano il pluripremiato atleta olimpico e nel suo nome lanciano continue (e costruttive) sfide musicali e interpretative. Vincitori del Mood’s Jazz Prize a Zurigo nel 2015, sono al secondo cd in studio (Veer Off Course) e hanno già suonato in tutta Europa.
Il concerto è proposto nell’ambito di New Echoes. Nuova Musica Svizzera a Venezia.

thegreatharryhillman.ch





ROBERTO PIANCA “SUB ROSA” 5et

Domenica 19 Marzo, ore 18.00
Ca’ della Nave – Martellago (VE)
Ingresso gratuito, si consiglia la prenotazione
In collaborazione con Fondazione Banca Santo Stefano

Dan Kinzelman (sax tenore, clarinetto)
Roberto Pianca (chitarra)
Glenn Zaleski (pianoforte/Fender Rhodes)
Stefano Senni (contrabbasso)
– Luis Candeias (batteria)

Roberto Pianca è un giovane musicista svizzero che ha già inciso per ECM; a Jazz Area Metropolitana in esclusiva nazionale si presenta con un ensemble di talentuosi e altrettanto giovani musicisti provenienti da diversi Paesi. Il quintetto restituisce una musica che fonde in modo inconsueto jazz, rock e musica classica contemporanea. Un repertorio che si gioca sui contrasti, sul virtuosismo accostato all’atmosfera lirica, sulla discrezione e sul mistero che alimenta la ricerca di luoghi e modalità segrete sempre nuove per sviluppare la musica. “Sub Rosa” – il titolo del nuovo album e l’epiteto con il quale l’ensemble ama presentarsi – parafrasa non senza fascino una locuzione inglese che descrive infatti riservatezza e segretezza.





JAZZ IN THE SHOPS

Sabato 25 Marzo ore 17.00 – 20.00
Concerti diffusi di giovani artisti nei negozi e nelle strade di Dolo

Intervista con Evan Parker

Sabato 25 Marzo ore 18.00
Libreria di Dolo

Un doppio orgoglio per gli organizzatori: quello di portare il jazz nei negozi e nelle strade, perché giovani artisti e cittadinanza vivano insieme le performance musicali. E riuscire ad ospitare un nome della levatura di Parker in un luogo tanto speciale come l’Ex Macello che per l’occasione si apre nuovamente alla musica. Non “solo” un workshop, quello di Evan Parker, ma un’esperienza condivisa nella quale l’artista mette a disposizione una vera miniera di talento, inventiva e soprattutto un pezzo importante di storia della musica internazionale.

evanparker.com





Laboratorio e concerto
EVAN PARKER SAX SOLO

Domenica 26 Marzo, ore 18.00
Ex-Macello – Dolo (VE)
Ingresso gratuito, si consiglia la prenotazione
In collaborazione con Ca’ Foscari Università degli Studi di Venezia

Performance dei partecipanti al laboratorio

Ricerca, improvvisazione, musica senza confini, genio creativo, libertà: non si contano le definizioni che Evan Parker, vero gigante assoluto della storia della musica jazz (e non solo) si porta dietro per la sua testimonianza di compositore e creatore di un nuovo corso musicale. Evan Parker è stato tra i primi a liberare la musica europea dai modelli americani attraverso la rottura del free jazz. Il suo è un linguaggio autonomo che fa proprie anche le tradizioni musicali europee non colte. Con Anthony Braxton e Steve Lacy ha approfondito la dimensione della performance solistica, ma non mancano le esperienze attive con compagini come la London Jazz Orchestra e la Globe Unity Orchestra, tra le centinaia di collaborazioni ed incisioni.

evanparker.com



Eventi a cura di Caligola Associazione Culturale

www.caligola.it

Eventi presso Centro Culturale Candiani – Mestre (VE)
info e biglietti: www.centroculturalecandiani.it


Giovedì 6 Aprile, ore 21.00
GILAD ATZMON & THE ORIENT HOUSE ENSEMBLE
The Whistle Blower

– Gilad Atzmon (sax alto e soprano)
– Frank Harrison (pianoforte e Fender Rhodes)
– Yaron Stavi (contrabbasso)
– Enzo Zirilli (batteria)

Un vero provocatore, talentuoso sassofonista ma anche bravo flautista, clarinettista, chitarrista e fisarmonicista, Gilad Atzmon vanta all’attivo collaborazioni e incisioni al fianco di notissimi artisti anche lontani dal mondo del jazz (Ian Dury, Shane McGowan, Robbie Williams, Sinéad O’Connor, Robert Wyatt, Paul McCartney e i Pink Floyd”) e ben quattordici album di ottimo jazz, pubblicati da note etichette quali Enja, Domino e World Village. Gran parte di essi sono intestati al suo progetto in quartetto The Orient House Ensemble, da più di un decennio molto attivo sulla scena jazzistica britannica e vincitore di due importanti premi della critica con gli album “Exile” (2003) e “Songs Of The Metropolis” (2013). Il nuovo “The Whistle Blower” coniuga echi di Coltrane e Parker con le sonorità mediorientali tipiche del background del musicista ebreo. I temi sono i più diversi, ma con il denominatore comune della grande nostalgia: l’esilio, il dolore, la spiritualità e l’intimo omaggio alle proprie radici.

Mercoledì 26 Aprile, ore 21.00
PAUL WERTICO TRIO “Free the opera”

“Free the Opera!”, disco pubblicato nel 2013 e candidato ai Grammy Award, ha fatto parlare molto di sé, anche se non è la prima volta che il mondo del jazz esplora il repertorio del melodramma. Ne è protagonista un trio guidato da uno dei più popolari batteristi degli ultimi trent’anni, Paul Wertico e completato dal pianista siciliano, fiorentino d’adozione, Fabrizio Mocata responsabile musicale del progetto, e dal piacentino Gianmarco Scaglia al contrabbasso. L’idea di Mocata, già stato artefice di un’analoga operazione nel 2009 con l’album “Puccini Moods”, è semplice: trattare come standard jazzistici alcune delle più note arie d’opera, melodie che possono davvero essere considerate le canzoni popolari italiane del XIX secolo. Le strutture armoniche di “Nei cieli bigi”, “La donna è mobile” o “Va’ pensiero”, diventano le basi su cui i musicisti del trio costruiscono lunghe improvvisazioni o tessono un raffinato “interplay”.

Martedì 16 Maggio, ore 21.00
THE BELL

– Mat Maneri (viola)
– Craig Tabor (pianoforte)
– Chess Smith (batteria)

Progetto presentato poco più di un anno fa dalla leggendaria ECM di Manfred Eicher, “The Bell” accosta tre personalità di grande rilievo del jazz internazionale per un lavoro che per scelta sfugge, nella sua grandezza, a qualsiasi classificazione stilistica. Torna la figura del grande Maneri Maneri (che già abbiamo definito tra le personalità più significative per aver affidato un nuovo ruolo strumentale alla viola nella storia della musica contemporanea), questa volta con Chess Smith – uno dei più creativi e dotati batteristi oggi in circolazione, che vanta collaborazioni con tutte le correnti d’avanguardia che contano, sia in ambito rock (Xiu Xiu, Carla Bozulich, Mr. Bungle) che jazz (Tim Berne, Marc Ribot, Fred Frith, John Zorn); e con Craig Taborn, uno dei pianisti più raffinati e sensibili del nuovo jazz, che sin da giovane ha suonato con nomi come Roscoe Mitchell, Steve Coleman, Dave Douglas, Evan Parker e molti altri. Una musica che potrebbe essere insieme jazz d’avanguardia, post-rock, jazz cameristico e astratto … In ogni caso un jazz che nella sottrazione, nella “scarnificazione” degli elementi trova una potente cifra interpretativa.


Jazz a Mira

a cura di Scuola di Musica Thelonius Monk
info e prenotazioni: www.jazzamira.itinfo@jazzamira.itfacebook.com/jazzamira – tel: 346 080 9542


Giovedì 9 Marzo, ore 21.30
Osteria Dai Kankari, Mira – Ingresso libero
JAM SESSION diretta da Michele Polga

Venerdì 10 Marzo
Villa Widmann, Mira – Ingresso libero
MONK DAY

Sabato 11 Marzo, ore 21.00
Teatro di Villa Widmann, Mira – Ingresso libero
FEDERICO CASAGRANDE At the end of the day – Guitar Solo 


Domenica 12 Marzo, ore 12.00
Pizzeria Al Giardinetto, Mira – Costo 15 €
FRANK MARTINO DISORGAN TRIO
ore 18.00
Auditorium Biblioteca di Oriago – Ingresso libero
ROOM 7 + ADRIA SMALL BAND

Lunedì 13 Marzo, ore 21.00
Teatro di Villa dei Leoni, Mira Ingresso intero 8 €,
ridotto studenti 5 €
JOE CHAMBERS PASSPORT