il Progetto

Networking: con l’esperienza ereditata dalle rassegne storiche Jam Festival e Sile Jazz, Jazz Area Metropolitana vuole oggi ampliare la visione della fruizione dell’arte e diventare un riferimento culturale per il territorio veneto che comprende le ex province di Padova, Venezia e Treviso. 
La condivisione delle risorse, la novità delle proposte e la creazione di una rete virtuosa tra associazioni, fondazioni e privati, istituzioni e artisti è alla base del network.

Crescita culturale insieme al territorio: live performance, workshop, conferenze, proposte interdisciplinari, nuove produzioni, ricerca e innovazione, sperimentazioni collettive sono al centro dell’interesse di Jazz Area Metropolitana. Ad accogliere le proposte non soltanto le location “convenzionali” (teatri, auditorium, sale) ma anche negozi, antiche ville, magazzini, case private, parchi, riserve naturali e i più vari contesti dei luoghi pubblici condivisi. 
La musica e le sue espressioni sono la rete che collega luoghi, persone, tradizioni, curiosità, voglia di conoscenza e di crescita reciproca.

Innovazione: la musica è un “gesto creativo” capace di reinterpretare e restituire una realtà diversa, più complessa, arricchita. Il jazz in particolare, per la sua fluidità, per le libere improvvisazioni, per il suo linguaggio globale è in grado di rappresentare valori e concetti nuovi. Per questo la ricerca musicale di Jazz Area Metropolitana si rivolge ad artisti che nell’innovazione trovino un’importante corrispondenza. Siano artisti affermati che del rinnovamento hanno fatto una cifra stilistica o giovani musicisti che lanciano un ponte verso il futuro.